Caso Moscati: si va al processo

Avellino- Alla fine il Gup del tribunale di Avellino ha deciso per il rinvio a giudizio e quindi per il processo a carico degli indagati principali dello scandalo Moscati mentre per gli altri è stato disposto il proscioglimento. L’inchiesta, chiamata “Welfare”, lo scorso anno ha scosso il reparto di Chirurgia dell’ospedale Moscati di Avellino. Come si ricorderà, Francesco Caracciolo, primario del reparto di Chirurgia, Carlo Iannace, responsabile della Breast Unit, Maria Giannitti, direttore sanitario di presidio e Riccardo De Maio, caposala, secondo l’accusa, eseguirono una serie di interventi di chirurgia estetica facendoli, poi, passare, per interventi su malattie gravi.