Sbarca a Roma la protesta per la soppressione del Tribunale di Ariano Irpino

Roma- C’erano proprio tutti a Roma ed erano in tanti. Dai Sindaci delle città più importanti – Roma, Torino, Bologna – a quelli dei centri più piccoli; insieme per partecipare alla mobilitazione nazionale promossa dall’Anci a Roma nei pressi del Senato della Repubblica. Tutti a protestare contro una spending review iniqua, i vincoli del Patto di stabilità, i tagli lineari nei confronti dei Comuni ma anche la soppressione dei Tribunali minori e la patrimoniale nascosta dietro l’Imu. Numerosa la delegazione irpina, numerosissima quella del comprensorio Arianese guidata, proprio dal Sindaco della Città del Tricolle, Antonio Mainiero, che nel corso del suo applauditissimo intervento ha parlato della soppressione  del Tribunale di Ariano Irpino e dei pericoli a questa scelta collegati per un territorio ” area di cerniera tra realtà difficili quali il napoletano ed il foggiano” fino ad oggi lontano da infiltrazioni malavitose proprio grazie a questo “presidio di giustizia e di legalità”. Nella delegazione partita da Ariano, con un pullman e tantissime auto proprie, oltre al Sindaco Mainiero, il Vicesindaco Crescenzo Pratola, l’Assessore Raffale Li Pizzi, i Consiglieri Gaetano Bevere e Giovanni la Vita, il Presidente dell’Ordine forense del Tricolle, Carmine Monaco, i sindaci e i delegati dei Comuni di Bonito, Castel Baronia, Greci, Grottaminarda, Savignano, Trevico, Vallata, Zungoli,  Flumeri, Mirabella Eclano, Venticano, Montaguto, Montecalvo.