Anche in Consiglio Regionale, è finito il tempo della “finanza allegra”

Napoli. E’ tempo di crisi e, a quanto pare, se n’è accorto anche il presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano che in un’intervista parla di una netta e decisa inversione di tendenza.  “In Campania – ha dichiarato Romano – la spending review è da tempo una realtà. Tagli alle auto blu, abolizione delle consulenze e dei rimborsi telefonici, riduzione dei fitti per circa un milione l’anno, acquisto di beni e servizi attraverso il mercato digitale, riqualificazione del patrimonio immobiliare: il Consiglio regionale ha dimostrato che tagliare i costi si può, a cominciare da quelli della politica. Negli ultimi due anni – ha aggiunto il Presidente – la Campania ha fatto enormi passi avanti e, come giustamente affermato anche dal presidente Caldoro, continuerà a farne sulla linea del rigore e del contenimento dei costi. Purtroppo, ancora oggi, Regione ed enti locali pagano lo scotto della finanza allegra che ci ha caratterizzato per anni, riducendo ai minimi termini, non soltanto la nostra economia, ma anche la nostra credibilità. L’auspicio, conclude Romano, è che il Governo riconosca l’impegno della Campania, che ci ha portato, ad esempio, alle migliori performance in ambito sanitario per ridurre finalmente i disagi ed i tanti sacrifici chiesti ai cittadini campani, in una prospettiva di crescita e sviluppo”.