Spending review: Pugliese contro Sibilia

Roma- Ecco la nota dell’On. Marco Pugliese, Parlamentare di Grande Sud e componente della VI Commessione Finanze di Montecitorio, che ha votato favorevolmente al decreto sulla spending review.

Il voto definitivo di oggi della Camera dei Deputati sul DL Spending Review con 403 si e 86 no – ha dichiarato Pugliese – , rappresenta un passo avanti nel percorso di riforme sociali e culturali avviato dal Governo. Si è cercato di intervenire con metodo sulla spesa pubblica, con l’obiettivo di razionalizzarla quindi evitare ulteriori aumenti della pressione fiscale per imprese e famiglie.

Il provvedimento, che ha trovato apprezzamento anche dal Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, consentirà all’Italia di raggiungere gli obiettivi fiscali senza l’ulteriore aumento dell’Iva. La prima fase operativa, infatti, assicurerà allo Stato italiano risparmi pari a 4,5 miliardi nel 2012, a 10,9 miliardi nel 2013 e a 11,7 miliardi nel 2014, provenienti dai tagli agli enormi sprechi degli scorsi anni nonché dai tagli ai costi della politica. Tra i contenuti del decreto è estremamente positivo l’avvio di un percorso di riduzione delle piante organiche degli uffici pubblici che punta ad avere un impatto sensibile in termini di efficienza della pubblica amministrazione.

Tuttavia – ha continuato il parlamentare irpino – mi meravigliano le dichiarazioni di qualche consigliere Regionale Campano che non ha nascosto il suo malcontento prodotto dai tagli dei finanziamenti da parte del Governo centrale agli enti Regionali, quando poi non vengono utilizzati miliardi di euro stanziati dall’Unione Europea per mancanza di programmazione, cosa di una gravità inaccettabile. Altresì per quanto concerne la riorganizzazione della geografia Istituzionale del Paese in particolare per le Province, gli enti dovranno essere ridotti ma con un “riordino” e non una “soppressione”. Tale decisione è stata demandata all’Ente Regione che dovrà trasmettere al Governo entro novanta giorni una proposta di riordino.

Anche per questo motivo trovo irresponsabile la scelta del Presidente della Provincia di Avellino nonché Senatore Cosimo Sibilia che, anche in dissenso rispetto al proprio partito, ha votato contro il decreto Spending Review proposto dal Governo celandosi dietro una sterile preoccupazione per il futuro della Provincia di Avellino, che non ha mai corso alcun rischio. Mi spiace solo che nei contenuti del decreto recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica, non ci sia alcun taglio a tutti quei Parlamentari che rivestono anche la carica di Presidenti di Provincia o altri ruoli Istituzionali, i cosiddetti doppi-incarichisti. Questi gravano pesantemente sull’organicità e sul bilancio dello Stato e non certo l’ente Provincia in quanto tale.

A tal fine – conclude Pugliese – Grande Sud ha presentato un ordine del giorno al decreto Spending Review, che impegna il Governo a considerare il sostanziale risparmio in termini economici e di efficienza nella gestione degli enti territoriali, conseguente ad un taglio di doppi o addirittura tripli incarichi Istituzionali.”