Sapori e tradizioni si gustano a Sirignano

Sirignano- La Pro loco Sant’Andrea presenta la sesta edizione della sagra de “la Cotoletta sirignanese”. Questa sera e domani, all’ombra del palazzo del principe Caravita in piazza principessa Rosa, andrà in scena un revival della tradizione culinaria locale risalente ai primi del Novecento. La sagra, diventata un vero evento, rappresenta un record per Sirignano: è la manifestazione più longeva che sia sta organizzata da un ente non profit. Il presidente della Pro loco, Carmine De Lucia, nell’ultima riunione con i soci ha tenuto a sottolineare questo primato nel ringraziarli per la dedizione e l’abnegazione prestate in questi anni.

 «La sagra è stata la prima scommessa vinta dal nostro gruppo e se oggi festeggiamo la sesta edizione – afferma De Lucia – lo dobbiamo alla nostra caparbietà e alla volontà di contribuire a risvegliare i valori fondanti della nostra comunità. Se vorrete trascorre due serate diverse, divertenti e sane non potrete che venire a Sirignano. La bontà delle nostre cuoche e il ritmo dei nostri ragazzi vi mostreranno come si coopera allo sviluppo e alla promozione del territorio».

Offriamo ai lettori qualche anticipazione sul menù: gnocchi ” rint’ o pignatiell”, panino con salsiccia, pizza di “raurinio”, patatine fritte, bruschetta pomodori e scamorza. Ma la protagonista, la regina della tavola sarà lei: la cotoletta sirignanese diversa dal solito perché cucinata seguendo un’antica ricetta, abbiamo provato in questi anni a conoscere gli ingredienti, ma il mistero continua non resta che assaggiarla per gustarne la bontà. Il tutto annaffiato dall’ottimo vino locale. Dolci tipici sirignanesi per i più golosi. Ad allietare le serate musica classica e balli latino-americani.