Una pansè fiorita per ogni abbonato. Il Tetro Gesualdo fa più bella Avellino

Avellino – Era stato annunciato all’inizio della campagna abbonamenti dal presidente Luca Cipriano e così è stato. Il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino ha trasformato ogni abbonamento sottoscritto dal suo affettuoso pubblico in una piantina fiorita da donare a tutta la città.

Questa mattina, nella villa comunale di Avellino, il polmone verde che sorge tra corso Vittorio Emanuele e corso Europa, è scattata l’operazione “Il Teatro… Al verde”. Per ognuno dei 1385 abbonati del “Carlo Gesualdo è stata così regalata a tutta la comunità avellinese una pansé fiorita che è stata piantata in diverse aiuole della villa comunale.

L’iniziativa è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione fattiva con l’assessorato al Verde Pubblico del Comune di Avellino rappresentato da Modestino Verrengia e con il sostegno delle ditte Ciccarella, Sava, Fiore, Madacos e Sica che nell’arco della giornata hanno ulteriormente abbellito la villa comunale con circa 1500 coloratissime pansé fiorite.

Il decoro urbano e verde pubblico siano una priorità – esordisce il presidente dell’Istituzione teatro comunale Luca Cipriano – E’ così che abbiamo inteso questa piccola iniziativa simbolica, per cui ogni abbonato ha regalato una piantina agli avellinesi nell’ottica di un concetto di cultura a 360 gradi che supera il Teatro e incontra la città. Vogliamo far passare così ulteriormente il messaggio che la cultura si manifesta anche nel decoro urbano, nella cura del verde e nell’attenzione a tutti quegli spazi comuni destinati alla collettività. Questo vuole e deve essere un messaggio per le future politiche della città di Avellino”.

L’iniziativa promossa dal Teatro “Carlo Gesualdo” è stata subito accolta favorevolmente dal mio assessorato – sottolinea Modestino Verrengia – la città ha sempre bisogno di migliorare e noi lo facciamo partendo dagli spazi pubblici e dal verde”.

 

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.