Terza categoria. La Libertas Grottolella c’è

Grottolella- Il campionato di terza categoria ormai è alle porte, e come ogni anno la Libertas Grottolella del presidente Angelo Grossi si ripresenta sui campi di terza per provare a sfornare qualche giovane di talento, ma sopratutto per vivere il calcio a Grottolella, sopperendo come ogni anno alla mancanza di strutture sportive e di spazi dove allenarsi.

La Libertas si ripresenta ai nastri di partenza per disputare il suo quattordicesimo campionato di fila tra terza e seconda categoria,e per fare un campionato al vertice  per far vedere del buon gioco come già avvenuta nella seconda parte dello scorso campionato dove la Libertas chiuse il torneo al sesto posto con 42 punti all’attivo.

Le novità di maggior rilievo di quest’anno solo il ritorno di Renato Spiniello dopo la parentesi nel posto del sale,ma ci saranno ulteriori arrivi, la società guarda con molto interessi a diversi giovanissimi del paese, che si stanno mettendo in mostra nelle fase della preparazione, dunque cè la volontà piena della società di rinforzare la rosa scegliendo la linea verde,cercando di far crescere in clima di rispetto e concordia i giovani atleti. Sul fronte degli addii registriamo quelli di Amerigo De Masi, Filippo Medugno, Luca Bellevita Roberto Tuccia.

Per Lorenzo Sole storico trequartista della Libertas pare che sia pronto un posto in società come direttore sportivo, per cercare di amalgamare il piu’ possibile il gruppo, che in Lorenzo, appunto, vede uno straordinario punto di riferimento. Ancora incerta la posizione di alcuni soci della società che a breve scioglieranno la riserva. Sempre sul versante societario da registrare la conferma, come tesoriere della nota commercialista dott.ssa Annalisa Spiniello, dell’ingresso in società nel ruolo di vice-predidente del consigliere comunale Marco Grossi che in piu’ di una occasione ha dimostrato la vicinanza delle istituzione comune al mondo dello sport.

Lo spirito con il quale la Libertas insieme al suo storico presidente Angelo Grossi affronta il campinoato è quello di sempre. ovvero far vincere i valori dello sport e dell’amicizia e del rispetto sia dentro il terreno di gioco sia fuori e dunque in ogni contesto della vita. Il presidente Angelo Grossi mosso dai valori sopra indicati punta decisamente a fare un campianato da protagonisti, ad alti livelli, per regalare ai tifosi della Libertas intense emozioni calcistiche.

Marco Grossi

Consilgiere comunale