Grillo e Di Pietro pensano davvero ad Ingroia premier?

ROMA – La notizia è dell’ultima ora: a quanto pare Beppe Grillo e Antonio Di Pietro hanno individuato il candidato premier a cui affidare il delicato compito di guidare un’ampia coalizione che va dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, all’Idv, ad importanti pezzi Fiom-Cgil oltre ad un’infinita serie di Reti e movimenti vari.

pa_banner

Si tratta di Antonio Ingroia, il pm antimafia di Palermo che non è solo il protagonista di tante inchieste antimafia ma, secondo Grillo e Di Pietro, anche l’uomo ideale per rappresentare questa galassia anti-sistema.

La notizia ha fatto immediatamente il giro della Rete suscitando interesse e curiosità da parte, non solo, dei fans del procuratore aggiunto di Palermo ma anche di tanti italiani che a vario titolo hanno commentato, positivamente e non, la notizia che riguarda Ingroia che, ricordiamo, è già fuori ruolo dalla magistratura ordinaria. Così infatti ha decretato il Csm, a fine luglio, quando ha dato il via libera ad Ingroia per andare in Guatemala e combattere la criminalità organizzata per conto dell’Onu.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.