Camera, Valdegamberi: “Il posto a Roma è mio”. De Mita fuori gioco?

pa_banner

ROMA – E’ bagarre nel partito di Casini. Dopo il deludente risultato elettorale nell’Udc tiene banco il caso Valdegamberi, che giunto secondo nella lista capeggiata dal ministro uscente all’Agricoltura Mario Catania in Veneto 1, avverte i suoi: “c’è un accordo preciso preso in sede della formazione delle liste con il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa. Se il ministro Catania sarebbe stato eletto oltre che in Veneto anche in un altro collegio, avrebbe dovuto lasciare il posto a me in questa circoscrizione. Nessuno pensi di fare sgambetti“.

Un problema apparentemente facile se a contendere quel posto non ci fosse in Campania 2, Giuseppe De Mita, nipote del più famoso Ciriaco ex leader della Democrazia Cristiana. Il Ministro Catania infatti è capolista anche in Campania 2 dove l’Udc è crollato conquistando un solo seggio.

“I dati relativi alle elezioni della Camera – ci ha dichiarato Valdegamberi – dicono che l’Unione di Centro ha registrato nella provincia di Verona uno dei migliori risultati di tutto il Centro-Nord Italia. Evidentemente non è un caso, visto che hanno pesato i voti che non sono stati dati al partito, bensì al sottoscritto. Adesso, per quanto mi riguarda – ha concluso – ci sarà da lavorare con ancora più forza per dare voce al mio territorio”.

La decisione definitiva è attesa a giorni. Una bella rogna per un partito ancora stordito dal risultato elettorale e alle prese con ben altri e più importanti problemi.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.