Mastella alla De Girolamo: è facile andare al Parlamento in carrozza!

pa_banner

Benevento – De Girolamo ha atteso la fine delle consultazioni per festeggiare, fare pulizia all’interno del Pdl sannita ed invitare senza neanche tanti giri di parole tutti i suoi detrattori, Mastella compreso, ad andare in pensione.

Tacciono tutti o quasi. Già perché le esternazioni della coordinatrice sannita, a quanto pare, non sono piaciute molto all’europarlamentare di Ceppaloni che non si è fatto attendere e con una nota ha replicato duro alla giovane deputata pidiellina.

“Festeggiare dopo aver perso circa 50mila voti a Benevento e provincia rispetto alle Politiche del 2008 – ha scritto Mastella – è un fatto quantomeno singolare. Esultare dopo aver perso alla Camera e al Senato, in Italia e all’Estero lo è ancor di più.

Se questi sono motivi di soddisfazione, vuol dire che il coordinatore provinciale del Pdl è abituata a vivere in un mondo tutto suo, un mondo dove chi gli sta attorno la incensa pur avendo prodotto il nulla. Resto sempre curioso – sottolinea l’eurodeputato – di vederla misurarsi con la preferenza. Noi dell’Udeur, pur non essendo presenti alle politiche, lo abbiamo fatto alle Regionali in Molise, dove abbiamo conquistato 2 seggi sui 12 totali attribuiti alla maggioranza e siamo risultati decisivi per la vittoria di Frattura.

Al Pdl in Italia per vincere alla Camera – aggiunge – sono mancati 120mila voti, tanti quanti ne conquistò il sottoscritto alle Europee del 2009 con il suo nome impresso da ogni singolo elettore sulla scheda e non semplicemente barrando un simbolo. E’ facile andare al Parlamento in carrozza, molto meno lo è andarci facendo leva solo sulle proprie gambe. Confondere la vanità con il consenso popolare è uno dei principali peccati della politica.

Quanto alla pensione – conclude Mastella – sarò io a decidere quando andarci. E il gruppo Pdl al Parlamento Europeo l’ho lasciato da tempo. Può bacchettare i suoi sottoposti, non ha la statura morale e politica per rivolgersi a me, che peraltro a lei subordinato non sono mai stato e mai lo sarò”.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.