Habemus Papam Francesco

pa_banner

ROMA – E’ fumata bianca dal comignolo della Cappella Sistina. Sono le 19.06 e dopo un’ora circa al balcone si affaccia il nuovo Vescovo di Roma. È argentino, di origini italiane ed è il primo Papa del sudamerica. Jorge Mario Bergoglio, 77 anni, gesuita, si chiamerà Francesco I.

Fratelli e sorelle, buonasera“, ha detto il Papa affacciato dal loggione centrale di San Pietro di fronte a più di 150mila persone in attesa. “Voi sapete che il dovere del Conclave era di dare un vescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli Cardinali siano andati a prenderlo alla fine del mondo… Vi ringrazio dell’accoglienza“.

Poche e semplici battute prima di una preghiera per il suo predecessore. Papa Francesco è già nei cuori di tutti i fedeli del mondo. Anche di una giovane argentina che in Piazza San Pietro racconta di averlo conosciuto da vescovo e lo ricorda come “un uomo semplice, che a Buenos Aires si muoveva a piedi per la città, aveva grande disponibilità verso tutti, specialmente verso i poveri e chi soffre”.

Habemus Papam…

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.