Ci sono voluti 12 anni per rimuovere i sigilli alla casa di Cogne

 

pa_banner

COGNE – Dopo più di 12 anni tolti i sigilli alla casa dove, il 30 gennaio 2002, fu ucciso il piccolo Samuele Lorenzi di appena 3 anni.

La casa di pietra e legno che si trova a Montroz, una frazione di Cogne (Aosta) è stata definitivamente dissequestrata alla presenza di Stefano Lorenzi, papà del bambino che fu trovato morto e marito di Annamaria Franzoni che resta in carcere per quel delitto dopo la condanna a 16 anni di reclusione.