Renzi: a Firenze tutti gli atti on line. Ma un’associazione lo sbugiarda

pa_banner

FIRENZE – “L’idea della rivoluzione digitale di cui parla Beppe Grillo io non me la faccio raccontare da lui. Io ho già fatto l’accesso agli open-data, cioè tutti gli atti della pubblica amministrazione di Firenze sono online”. Sono le parole del Sindaco di Firenze Matteo Renzi  nel corso di un’intervista rilasciata a Ballarò lo scorso 5 marzo.

Non ci ha creduto evidentemente l’Associazione di “Firenze-Cittadini per vivere la città” che dopo una verifica ha dichiarato che sul sito open-data, costato al Comune di Firenze oltre 400mila euro, “Ci sono solo dati, non quello di cui parla lui”. In pratica su quel sito non c’è traccia di delibere e determine perché aprire i file presenti per conoscerne il contenuto, secondo l’Associazione, è praticamente impossibile. 

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.