Gallicchio (Pd): “Tagli ai trasporti penalizzano le aree interne”

pa_banner

BISACCIA – “Con i tagli effettuati dalla Regione Campania e dalla Provincia di Avellino, dal 1° aprile il sistema trasporti entrerà in una fase preoccupante”.

A lanciare l’allarme è Pasquale Gallicchio, dirigente provinciale del Partito democratico e consigliere comunale di Bisaccia. “La fase che va ad aprirsi sarà delicata tanto per gli utenti quanto per gli occupati dell’intero comparto”, scrive Gallicchio in una nota. Il taglio è quantificato in un 4,55% al quale sono rimasti insensibili anche “i consiglieri regionali irpini di maggioranza, sempre più attenti ai propri destini che a quelli di una terra in forte sofferenza”.

Ulteriori tagli, quelli al settore Trasporti, che si aggiungono a quelli del comparto Sanità, e che rischiano di “trasformare l’Irpinia in un cimitero di speranze”. Secondo il dirigente democratico provinciale, ci si è messa anche la Provincia, che non avrebbe tenuto fede ai patti: “Nel 2012 era intervenuta con fondi propri per garantire i servizi, ma pare che questi soldi non siano mai stati trasferiti alle aziende”. Ad essere colpite dalla revisione di spesa rispetto ai fondi promessi sono quelle aziende alle quali era stato chiesto di diminuire il chilometraggio, “tagliare i servizi e quindi eliminare dalle tabelle di marcia intere zone”.

Queste zone sono sempre quelle più interne dell’Alta Irpinia, della Baronia, dell’Ufita. “La Provincia chiede agli operatori di garantire comunque i servizi scolastici e lavorativi. Più di qualche azienda ha già manifestato dubbi e difficoltà in questo senso”, conclude Gallicchio.