Omicidio a Udine, due 15enni si costituiscono: “Reagito a tentativo di violenza sessuale”

 

pa_banner

UDINE – Si sono costituite assieme, domenica notte, al Comando Provinciale dei Carabinieri di Pordenone. Due ragazze di 15 anni, entrambe residenti ad Udine, hanno confessato di aver ucciso un uomo “perché ha cercato di violentarci”.

L’uomo, un sessantunenne anch’egli udinese, è stato ritrovato cadavere alla periferia di Udine (nella foto). Le ragazze hanno raccontato ai militari di aver reagito ad un tentativo di violenza sessuale da parte dell’uomo e di averlo ucciso strangolandolo. Immediatamente dopo, si sarebbero allontanate con l’auto che apprteneva alla vittima. 

Dai primi rilievi condotti sul cadavere, tuttavia, sembrerebbe non compiano segni riconducibili al soffocamento. Le ragazze sono state trasferite presso la Questura di udine, dove è sopraggiunto il magistrato di turno della Procura presso il tribunale dei minori di Trieste. Gli accertamenti, condotti dalla Squadra Mobile di Udine, conribuiranno certamente a diradare le nubi su un caso che pare riservare qualche interrogativo.