Una valanga di beffe blocca Google

pa_banner

ROMA – Cambiano i tempi, cambiano le mode ma resiste il il “pesce d’aprile” che quest’anno sbarca prepotentemente sul web.

Sin dalle prime ore dell’alba, infatti, gli scherzi filmati hanno letteralmente invaso Google che oggi ha proposta una serie interminabile di beffe.

E così ci siamo trovati a commentare di tutto e di più. Dalla notizia dell’imminente chiusura di Youtube ad un motore per gli odori. La fantasia dell’azienda californiana ha toccato il suo massimo livello quando, intorno alle 12, ha lanciato sul web la disponibilità di un nuovo servizio, il Google Nose. Uno speciale motore di ricerca capace di scoprire i diversi odori.

Ed ancora Twitter senza vocali “per rendere più efficiente e condensata la comunicazione”,  TgCom24 che annunciava Fiorello neo assessore al Turismo e alla cultura della Regione Sicilia, fino addirittura al ritrovamento dei resti di un dinosauro sul litorale romano con tanto di comunicato stampa dell’Assessore al turismo del Comune di Ladispoli.

Una vera e propria valanga di beffe insomma che hanno obbligato la Google Enterprise dalle 16 di questo pomeriggio e fino alla mezzanotte di domani 2 aprile a sospendere il servizio.