La gestione dei social network di Elena Montaldi

È ormai insita in tutte le aziende, grandi, medie e piccole che siano, così come in tutte le realtà che per varie ragioni hanno bisogno di interfacciarsi con il pubblico, la necessità di mantenere sempre attivo un costante collegamento con quest’ultimo tramite i principali social network come Facebook e Twitter.

Comunicare con i propri fans o followers, leggere e rispondere ai loro messaggi, controllare il flusso dei commenti, misurare la viralità di quello che viene postato. Sembrano operazioni semplici, ma non lo sono, soprattutto se l’obiettivo è quello di sfruttare tutte le potenzialità dei social network e non solo.

Una delle componenti più importanti è quella di essere presente sempre nella gestione dei propri utenti, i gruppi e i profili di invio delle e-mail per le proprie comunicazioni importanti. Per questo ci sono dei metodi sicuramente più sicuri e soprattutto più facili della coordinazione autonoma, consultabili può essere quello di servirsi di software di mailing.

Inoltre tali operazioni diventano ancora più complicate quando si è lontani dalla propria postazione di lavoro, per una vacanza o per un viaggio di business, momenti in cui comunque rimane valido l’imperativo secondo cui non si deve mai lasciare la propria identità social in balia degli eventi.

Come fare per tenere il tutto sempre sotto controllo? La soluzione più efficace in questi casi è quello di affidarsi a strumenti internet che siano in grado pubblicare contenuti e misurarne gli effetti in maniera “aggregata”. Sono tanti gli aggregatori oggi proposti sul web per la gestione dei propri account social; alcuni sono per uso privato, e sono per lo più orientati alla semplice gestione multicanale dei contenuti.

In pratica si scrive un post,  o si carica un immagine, un video o un link, ed il contenuto viene pubblicato in maniera automatica su più social network.

Sono strumenti comodi ed in molti casi anche gratuiti che però si adattano ad un utilizzo per singoli utenti e non a quello di  grandi realtà per le quali esistono invece aggregatori professionali in cui invece diventa anche importante monitorare in tempo reale quelli che sono i feedback che arrivano dai vari utenti raggiunti dal proprio messaggio.

 Elena Montaldi