Champions, il Bayern strapazza il Barça anche al Camp Nou. A Wembley si parlerà tedesco

pa_banner

BARCELLONA – “0-7: Aspeltados”. 

Asfaltati. Il titolo di un famoso portale iberico non lascia spazio a commenti di alcuna sorta. Il sogno della remuntada è fallito miseramente, complice un acciaccato Leo Messi che, ancora alle prese con i postumi di un fastidioso infortunio alla coscia, ha guardato la gara dalla panchina. il Bayern Monaco esce dal Camp Nou con altre reti rifilate al povero Victor Valdes, che si vedeva sbucare giocatori in maglia rossa da tutti i lati. Troppo più forte la squadra di Jupp Heynckes rispetto a quella di Tito Villanova, che nulla ha potuto davanti alle scorribande di RIbery e Muller e che ha dovuto capitolare alla rete del solito Robben, all’autorete di Piquè e al colpo di testa dello stesso Muller. 

Le sette reti infilate in una settimana dal Bayern sono un biglietto da visita più che dignitoso per la finale di Wembley del 25 maggio. Una finale che, comunque andrà a finire, verrà festeggiata entro i confini teutonici. A contendere la Champions League ai bavaresi saranno infatti i renani gialloverdi del Borussia Dortmund, vera squadra rivelazione della stagione, che ha eliminato l’altra nobile spagnola ancora rimasta in gioco, il Real Madrid.