Forestali: impegno dell’Inps a velocizzare l’iter per lo sblocco delle risorse

Sono da mesi ormai senza stipendio i lavoratori forestali della Comunità Montana Fortore e Alto Tammaro – Titerno.

Per tentare di trovare una soluzione al vero e proprio dramma dei forestali, i presidenti delle Comunità Montane Fortore e Alto Tammaro – Titerno, avevano chiesto all’INPS di Benevento l’anticipazione delle giornate di CISOA, relative all’anno 2012.

Da parte sua, il sindacato Fai Cisl costatato la lentezza dell’erogazione dei pagamenti, aveva messo in essere iniziative tese ad attivare ogni utile azione per accelerare l’iter procedurale di pagamento da parte dell’INPS (investendo anche il Prefetto di Benevento), della Cassa Integrazione Guadagni a favore dei lavoratori idraulico-forestali, quale unico strumento di sostegno al reddito, indispensabile ai lavoratori ed alle proprie famiglie per soddisfare le esigenze primarie di vita.

Mentre per l’Ente Fortorino la situazione si era sbloccata, per quello del Titerno – Alto Tammaro era in sospeso e non si conoscevano le reali motivazioni del rallentamento. Per definire il problema, la FAI-CISL, attraverso il Segretario Territoriale Alfonso Iannace, ha promosso un incontro presso la sede INPS di Benevento alla presenza del Presidente del Comitato Provinciale INPS di Benevento Antonio Follo e del Direttore Provinciale facente funzioni Gabriella Zaccaria che si è tenuto il 29 aprile scorso.

Durante il colloquio fu affrontata la problematica relativa al riconoscimento e pagamento della Cassa Integrazione Guadagni a favore degli operai agricolo-forestali della Comunità Montana sannita del Titerno-Alto Tammaro.

L’Ente montano è stato costretto a chiedere il pagamento diretto da parte dell’INPS, non avendo capacità economica per l’anticipazione ed il successivo conguaglio. Una circostanza che, per prassi, viene sottoposta ad un preventivo accertamento ispettivo da parte dell’ufficio INPS quando la somma da erogare supera il limite di 200 – 300mila euro. Nel caso dei lavoratori della Titerno – Alto Tammaro l’esborso per l’INPS di Benevento ammonterebbe a circa 500mila euro. Tuttavia, l’INPS di Benevento ha assicurato alla FAI-CISL un iter burocratico il più rapido possibile.

In particolare la direttrice Zaccaria, su ulteriore sollecitazione del Presidente INPS di Benevento, ha immediatamente disposto che il funzionario già incaricato della pratica interrompa qualunque altra attività ispettiva corrente e routinaria al fine di dedicarsi in via esclusiva e fino al compimento della necessaria istruttoria alla predetta problematica della CISOA per gli agricolo-forestali sanniti”.