Il Brasile da spettacolo e travolge l’Italia. Ora sulla strada degli azzurri c’è la Spagna

SALVADOR – Mentre le proteste della popolazione a Rio e nelle altre città interessate dal torneo rendono sempre più massicce le misure di sicurezza a tutela delle squadre nazionali che partecipano alla Confederations Cup, l‘Italia di Prandelli cade sotto i colpi di un Brasile che gioca decisamente meglio. Alla squadra di Prandelli non riesce l’impresa, nonostante un buon secondo tempo, giocato con orgoglio che poteva, con un po’ di fortuna in più, portare anche gli azzurri sul 3 a 3 quando la palla, colpita di testa da Maggio, ha trovato sulla sua strada la traversa.

pa_banner

Malgrado entrambe le squadre fossero già qualificate, è stata partita vera. Combattuta e dura, con contrasti spesso ai limiti. Gli azzurri hanno giocato a sprazzi e in maniera discontinua ma hanno dimostrato, con un ottimo finale, che sul piano nervoso ci sono. Continua a mancare la condizione atletica e a farne le spese in questo momento è soprattutto la difesa.

Giovedì la gara decisiva. Quasi certamente gli azzurri troveranno sulla loro strada la Spagna. Dentro o fuori con una certezza: serve un’impresa per tornare ad affrontare la Selecao, che marcia spedita verso la finale del 30 giugno al Maracanà.

 

TABELLINO

Italia-Brasile 2-4 

Italia (4-2-3-1): Buffon 5, Abate 6 (30′ pt Maggio 6.5), Bonucci 5, Chiellini 6, De Sciglio 5.5, Montolivo s. v. (26′ pt Giaccherini 6.5), Aquilani 5.5, Candreva 6, Diamanti 5.5 (27′ st El Shaarawy s. v.), Marchisio 5.5, Balotelli 6.5. (12 Sirigu, 13 Marchetti, 4 Astori, 10 Giovinco, 11 Gilardino, 14 El Shaarawy, 15 Barzagli, 17 Cerci, 21 Pirlo, 16 De Rossi-squalificato). All. Prandelli. 

Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar 6, Dani Alves 6, Thiago Silva 6.5, David Luiz 6 (34′ pt Dante 7), Marcelo 7, Luiz Gustavo 6, Hernanes 6.5, Hulk 6.5 (31′ st Fernando s. v.), Oscar 7, Neymar 7.5 (24′ st Bernard s. v.), Fred 8. (1 Jefferson, 22 Cavalieri, 5 Fernando, 7 Lucas, 14 Filipe Luis, 15 Jean, 16 Rever, 21 Jo, 23 Jadson, 18 Paulinho). All.: Scolari.

Arbitro: Irmatov (Uzb)

Reti: nel pt 46′ Dante; nel st 6′ Giaccherini, 10′ Neymar, 21′ Fred, 26′ Chiellini, 44′ Fred 

Angoli: 6-5 per l’Italia 

Recupero: 2′ e 3′.

Ammoniti: David Luiz, Neymar, Marchisio, Luiz Gustavo per gioco scorretto.

Spettatori: 48.874.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.