Europei Under 21, esordio d’oro dei ragazzi di Mangia. Insigne abbatte l’Inghilterra

pa_banner

TEL AVIV – Esordio col botto per la Nazionale Under 21 di Devis Mangia, che nella gara contro i pari età dell’Inghilterra ha la meglio grazie ad una prodezza balistica di Lorenzo Insigne, che festeggia così i 22 anni compiuti ieri.

Una Nazionale a trazione anteriore, e forse la migliore degli ultimi quindici anni. Tolti Stephan El Shaarawy e Mario Balotelli (che sarebbero stati convocabili), il potenziale d’attacco a disposizione di Mangia è da squadra d’alta classifica in Serie A: Fabio Borini, Ciro Immobile, Lorenzo Insigne, Mattia Destro, Manolo Gabbiadini. E un centrocampo che, scusate se è poco, si finda intorno al metronomo del Paris Saint-Germain, quell’enfant prodige di Marco Verratti. Compagni di reparto Luca Marrone, Alessandro Florenzi, Andrea Bertolacci. Davvero uno squadrone, e per di più votato all’attacco.

La filosofia della squadra di Mangia è subito chiara: possesso palla e atteggiamento offensivo. La posizione di Insigne è maligna: parte largo a centrocampo, ma diventa una punta a tutti gli effetti. Tuttavia, ad essere determinante è l’ingresso, in luogo di uno spento Immobile, del bolognese Manolo Gabbiadini, che entra subito in partita. Una sua veronica, al 34′ della ripresa, costringe un difensore inglese ad atterrarlo. L’arbitro decreta il calcio di rigore, ma poi (giustamente) si ravvede e assegna un calcio di punizione dal limite. Poco male, Insinho la mette là dove l’estremo difensore avversario Butland può solo toccarla. E’ il tripudio azzurro, con i giocatori – panchina compresa – che sommergono il piccolo folletto partenopeo.

Una grande gioia per i nostri colori: pur trattandosi solo dei primi tre punti in palio, è la gara d’esordio (e un esordio è sempre importante), oltretutto disputata contro un avversario di grande e riconosciuto valore.