VIDEO – Paolo Mieli controcorrente: In Italia disparità di fronte alla giustizia. Noi di sinistra privilegiati

NAPOLI – Il Paolo Mieli che non t’aspetti. Parlando alla presentazione del libro “Enzo Tortora. Almeno un dubbio per un uomo perbene. Il caso giudiziario e il caso giornalistico trent’anni dopo”, ieri all’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, l’ex direttore de La Stampa e del Corriere della Sera, che dirige la Scuola di Giornalismo dell’ateneo partenopeo i cui allievi hanno contribuito alla redazione del volume, ha spiazzato i tanti che affollavano la Biblioteca Pagliara, con delle dichiarazioni inattese in materia di giustizia.

Partendo ovviamente dalla vicenda vissuta da Enzo Tortora, Mieli è stato come suo solito diretto: “La verità – ha iniziato il suo intervento – è che Enzo Tortora era un uomo di destra. Una destra liberale, fluttuante tra Democrazia cristiana e, appunto, Partito Liberale. E per gli uomini di destra, in Italia, è riservato un trattamento giudiziario molto differente rispetto a quello che spetta a chi non è di destra. Noi di sinistra siamo privilegiati”. Lo stupore è stato tanto in sala, ma Mieli ha proseguito: “Non esiste in Italia una sola persona di sinistra che venga intercettata a fini investigativi. Sembra quasi che quando gli inquirenti devono intercettare qualcuno di sinistra, si rompa il registratore”.

Frasi tutt’altro che banali, dal momento che a pronunciarle è un “elettore di sinistra” (come egli stesso ha poi confessato di essere) proveniente dagli ambienti più estremi della sinistra extraparlamentare, nella quale militava da giovane. Ma non è finita, perché parlando della sostanziale impunità alla quale sono andati incontro i magistrati che hanno istruito il processo Tortora (i quali anzi “hanno fatto una brillantissima carriera, al pari dei giornalisti colpevolisti”), il direttore Mieli ha affermato senza giri di parole di essere “favorevole all’introduzione della responsabilità civile dei magistrati”.

A seguire, l’audio della breve intervista che Paolo Mieli ci ha gentilmente concesso a margine del convegno di presentazione.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.