Confermate le pene dalla Cassazione al clan Graziano

AVELLINO-Il processo ormai è chiuso defitivamente dato che venerdì la Corte di Cassazione ha confermato definitivamente le condanne contro gli esponenti del clan Graziano di Quindici. L’iter processuale era partito dall’operazione “Rewind” condotta cinque anni fa dai carabinieri e coordinata dall’Antimafia che avevano contestato l’associazione camorristica agli imputati, ben 6, dei quali 4 sono stati condannati definitivamente: 11 anni per Fiore Graziano e 9 per suo fratello Salvatore, figli del boss Arturo Graziano, mentre prende 4 mesi in meno di pena Antonio Donnarumma, condannato in secondo grado, a 9  anni e 4 mesi.
6 infine gli anni di reclusione per Biagio Fusco.

pa_banner