Stasera al Carcere Borbonico “Pace alle acque”

AVELLINO-Un romanzo di annegati, un romanzo fatto di testimonianze, di voci che raccontano il loro oblio vincendo contro il buio, il silenzio e la solitudine dell’oceano. Il personaggio principale è un ignoto testimone che ascolta e prende nota delle parole di dolore che raggiungono la luce ed arrivano a noi superando le correnti.

fiera modificato

Le biografie di uomini e donne che subiscono una convalescenza marina interminabile.

Questo il soggetto principale del libro, edito da Mephite e dal titolo “Pace alle acque” che questa sera al Carcere Borbonico l’autore, Marco Ciriello, leggerà entusiasmando i presenti, chi avrà la fortuna di essere presente ed ascoltare per poi comprare e leggere il libro.

Un’attività culturale che rientra nalla manifestazione “La Bella Estate”, rassegna culturale e di spettacolo organizzata dal gruppo editoriale Mephite di Avellinio.