Lotta alla mafia. La rete si mobilita a sostegno di un giovane magistrato: Roberto Tartaglia.

PALERMO – Dopo l’intrusione nella sua casa di Palermo la rete si mobilita e si stringe attorno a Roberto Tartaglia, il più giovane magistrato impegnato nel processo sulla trattativa Stato-mafia. E così da qualche settimana sul più importante social network (facebook) è comparsa “Io sostengo il sostituto Procuratore Roberto Tartaglia”, una pagina, la prima, interamente dedicata al magistrato di Palermo.

pa_banner

Mentre era impegnato in un’udienza del delicatissimo procedimento, infatti, ignoti hanno messo a soqquadro la sua abitazione. Un segnale inquietante che ha spinto il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza di Palermo a rafforzare le misure di protezione al magistrato. Intimidazione importante, in perfetto stile mafioso, che però, a quanto pare, non ha fermato l’attività del giovane magistrato, appena trentenne, da poco più di un mese “coassegnatario” dell’indagine della procura di Palermo sulla trattativa fra Stato e mafia.

A chiamare Tartaglia nel pool, per affiancare i colleghi più anziani Francesco Del Bene, Nino Di Matteo e Lia Sava, è stato all’inizio del mese scorso il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, la cui decisione è stata contestata dal sostituto Marco Verzera, segretario a Palermo di Magistratura indipendente (la corrente “moderata” dell’Associazione nazionale magistrati), che ha evidenziato la giovane età del collega e il fatto che sia in magistratura soltanto da un anno e mezzo.

Tartaglia, simbolo della Campania bene, è uno dei 320 magistrati che hanno scritto al Csm per sostenere Roberto Scarpinato, il procuratore generale di Caltanissetta messo sotto procedimento generale per le parole contenute nella lettera rivolta idealmente a Paolo Borsellino nella quale evidenziava come alle commemorazioni siano spesso presenti esponenti delle istituzioni lontani dai valori per i quali Borsellino è stato ucciso.

 

Guarda il link

https://www.facebook.com/pages/Io-Sostengo-il-SostProc-Roberto-Tartaglia/614958611871255?ref=hl

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.