Riaprono le scuole e il caro libri colpisce ancora

ROMA – Ricominciano le scuole ed è tempo di acquisti per le famiglie italiane. La crisi finanziaria non risparmia neanche questo settore e così il caro libri allarma 8 famiglie su 10. Lo rivela un’indagine condotta dal social book magazineLibreriamo.

pa_banner

Dai primi dati, un ruolo fondamentale nel fenomeno del caro libri è svolto dagli editori scolastici, ai quali viene imputata la responsabilità maggiore dei prezzi troppo alti dei libri oltre alla pubblicazione annuale di nuove edizioni, spesso inutili. Minori responsabilità, quest’anno, sembrano avere gli insegnanti che comunque costringono i ragazzi ad acquistare un numero particolarmente alto di libri di testo, senza poi di fatto riuscire ad utilizzarli tutti nel corso dell’anno scolastico. Non mancano, nell’indagine, le responsabilità chiaramente per il Ministero dell’Istruzione che, pur avendo imposto dei tetti alla spesa scolastica, osserva distaccato la situazione senza alla fine attuare alcuna politica di maggiore controllo sull’atteggiamento delle scuole.