Rapina a mano armata nella villa del Sen.Agelucci

FREGENE-La zona, dicono i residenti, è stata presam di mira in quanto questo è il 3° colpo in pochi mesi. Ieri sera banditi incappucciati ed armati hanno assaltato l’abitazione dell’imprenditore abruzzese Antonio Angelucci, deputato Pdl e «re» della sanità privata del Lazio.

pa_banner

Sono stati trafugfati una Ferrari 458 rossa ed alcuni gioielli. 

L’allarme è scattato quando un vicino di casa ha notato i banditi incappucciati che si aggiravano nella villa degli Angelucci in via Nervi, nella zona residenziale della località balneare. Il timore che all’interno ci fosse una donna con una bimba in ostaggio dei rapinatori ha fatto partire il dispositivo di sicurezza delle forze dell’ordine, intervenute in forze a Fregene. All’arrivo di carabinieri e polizia però il commando si era già allontanato con la Ferrari e con un’altra vettura, una Golf nera, con la quale erano arrivati i rapinatori.

Vittime della serata di paura sono state una baby sitter e una delle guardie giurate che si occupano della sicurezza dell’esponente politico. Il vigilante è stato picchiato, disarmato e incatenato. Anche la baby sitter è stata malmenata dai banditi che l’hanno poi rinchiusa in uno stanzino. La donna, romena, ha raccontato che i rapinatori potevano essere connazionali. In casa c’era anche la figlia di quattro anni del deputato che i balordi non hanno trovato.  Le ricerche sono scattate immediatamente, sia sul litorale sia verso Roma, ma non hanno dato esito.