Il “Putan Club” al Carcere Borbonico di Avellino

AVELLINO – Creando il Putan Club, Cambuzat sfuggiva a parecchie cose quali la stabilità, ogni chiesa ed ogni industria musicale. Il Putan Club non pubblicherebbe mai un album privilegiando il concerto vissuto unico ed irripetibile. Il Putan Club è stato ideato come una cellula di resistenza caratterizzata da un modo di agire ispirato ai primi complotti di partigiani europei durante la seconda guerra mondiale e di partigiani irakeni, afgani e ceceni.

pa_banner

Pianoforte, chitarra, respiro ma anche rumore elettrico-elettronico, versi e parole, avant-rock e musica classica contemporanea: questo offrirà il Putan Club stasera alle 21.30 presso il cortile del carcere Borbonico di Avellino.