Rossi è tornato. La Fiorentina batte il Catania e conquista i primi 3 punti

FIRENZE – Buona la prima. In quella che doveva essere la notte di Mario Gomez, Firenze “trova” Pepito Rossi, che va in gol dopo 696 giorni e manda un chiaro messaggio di completa guarigione al Ct della Nazionale Prandelli.

pa_banner

Contro un ottimo Catania mister Montella schiera un attacco stratosferico ma anche una difesa da incubo almeno nel primo tempo. Tutti aspettano Gomez e invece il migliore della Fiorentina è Juan Guillermo Cuadrado, un diavolo scatenato sulla fascia destra. Dribbling, corsa, visione di gioco. Perfetto. C’è il suo zampino in entrambe le reti, quella di Pepito per l’1-0 e quella di Pizarro per il definitivo 2-1.

Nel mezzo il pareggio di Barrientos conferma che la difesa della Fiorentina va registrata. Il Catania, sino all’intervallo, trova spazio larghi e ribatte colpo su colpo. Bergesso si fa ipnotizzare da Neto e fallisce da dentro l’area il 2-2. Ma le occasioni migliori capitano alla squadra di Montella. E se Gomez non avesse colpito il palo a porta praticamente vuota, la partita si sarebbe chiusa prima.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.