Si ripropone “Cafè Philo” e la mostra di Veronica Di Santo stasera al Carcere Borbonico di Avellino

Avellino- Un appuntamento con la poesia e la musica imperdibile quello di questa sera nel cortile del Carcere Borbonico di Avellino per la rassegna “La Bella Estate” organizzata dal gruppo editoriale Mephite di Avellino.

pa_banner

Alle 20:30 invece nella sala Letture ci saranno delle pubbliche discussioni, chiamate “Cafè Philo”, su argomenti di attualità, filosofia aperti alla partecipazione di chiunque sia interessato  senza alcuna limitazione di cultura, formazione o orientamenti personali.
Il carattere filosofico di questi incontri viene conferito dalla presenza di un filosofo che funge da “facilitatore” con il compio di far procedere la discussione verso l’approfondimento tramite il confronto e la problematizzazione dei contributi offerti dai partecipanti.

Un modo di incontrarsi e relazionarsi del tutto nuovo che pone Avellino al livello delle metropoli internazionali dove si organizzano dibattiti e conferenze di tale spessore ed organizzazione. 

Alle 20,30 invece ci sarà l’inaugurazione della mostra pittorica di Veronica Di Santo, nata a Napoli nel 1977 e divenuta pittrice per le numerose committenze che le consentono di realizzare copie di dipinti da antichi maestri.

L’artista ha frequentato l’Atelier del M° Ferrante dove ha seguito corsi di tecniche pittoriche raffrontandosi con altri artisti e sviluppando i propri orizzonti tematici e tecnici per la committenza.

Le opere saranno ispirate alla vita metropolitana con un colorismo azzardato.

Opere da vedere senza alcun dubbio.