“Rotazione conclusa”, alle 4 del mattino la Concordia è di nuovo allineata

pa_banner

ISOLA DEL GIGLIO (GR) – Ci sono volute venti ore, a fronte delle dodici preventivate. Ma alla fine, la Costa Concordia ha smesso di essere adagiata su un fianco ed è tornata in posizione verticale.

La formula “L’operazione di rotazione si è conclusa” è stata pronunciata alle 4 di mattina da Franco Gabrielli, capo della Protezione civile,  all’interno della sala stampa. Da quel momento è stato un susseguirsi di abbracci, applausi e anche lacrime tra chi ha lavorato o assistito da vicino all’allineamento della nave da crociera incagliatasi il 13 gennaio del 2012.

La Concordia è stata ruotata di 65 gradi, fino a farla poggiare su delle piattaforme create ad hoc a circa trenta metri di profondità. Tuttavia, l’allineamento della nave è soltanto “un primo passo”, come specificano gli ingegneri che vi hanno lavorato. Il relitto, infatti, è ovviamente da spostare. Un altro momento che richiederà tempi non brevi, ma che, visto come si è conclusa questa operazione, pare tutt’altro che una “mission impossible”.

Ovviamente grande la felicità degli abitanti dell’Isola del Giglio, i quali hanno dovuto sopportare per un anno e mezzo questa “coabitazione coatta” con un relitto che è stata la tomba di circa trenta persone. Grande compiacimento e ammirazione sono stati espressi anche dai media stranieri, che hanno celebrato questo straordinario evento di altissima ingegneria.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.