Cinque saggi di Letta denunciati a Bari: Truccavano concorsi

pa_banner

BARI – Brutto risveglio per cinque dei trentacinque saggi nominati da Enrico Letta per studiare una equa riforma della Costituzione.

Come riporta il quotidiano La Repubblica, Augusto Barbera (Università di Bologna), Beniamino Caravita di Toritto (La Sapienza di Roma), Giuseppe De Vergottini (Università di Bologna), Carmela Salazar (Università di Reggio Calabria), Lorenza Violini (Università di Milano), sono infatti stati denunciati al pubblico ministero di Bari Renato Nitti per diversi reati: associazione a delinquere, truffa aggravata, falso e corruzione. In tutto, i nomi degli ordinari che sono finiti sulla scrivania del pm barese sono trentacinque. Ad essi si aggiungono quelli di alcuni esponenti più o meno noti nell’ambito politico, quali Annamaria Bernini (Pdl, già ministro per le Politiche comunitarie) e di Francesco Pizzetti, già Garante della privacy.

I concorsi per i quali sono stati tirati in ballo sono quello da ordinario di diritto costituzionale bandito dall’Università Europea di Roma e quello da associato presso l’Ateneo di Macerata. Tutti i nomi coinvolti si dicosno “assolutamente sereni ed estranei alla vicenda”.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.