Torna la Champions: Milan ad Amsterdam, Napoli a Londra con due dubbi

pa_banner

REDAZIONE – Seconda giornata dei gironi di Champions: il tabellone già presenta gare da brivido. Il Milan vola ad Amsterdam per affrontare l’Ajax nella sua Arena. La trasferta in terra d’Olanda, tuttavia, non nasce sotto una buona stella. Durante l’allenamento di rifinitura, infatti, Stephan El Shaarawy, che rientrava dopo un bel po’ di settimane di riposo forzato causa infortunio alla coscia, si è fermato nuovamente: l’attaccante savonese ha riportato una microfrattura ad un dito del piede sinistro, e ne avrà per qualche mese. I rossoneri potranno fare affidamento su un Balotelli fresco e riposato dalle giornate di squalifica in campionato, e affrontano una squadra votata all’attacco, come tra l’altro è nelle tradizioni del calcio olandese.

“Dovremo affrontare una gara molto accorta, ma non muteremo la nostra natura – afferma l’allenatore dei Lancieri, Frank De Boeur – : proveremo comunque a fare la partita”. La prima partita ha visto il Milan vittorioso contro il Celtic per 2-0, mentre l’Ajax ha contato quattro palloni al Camp Nou contro il Barça di Messi ed Iniesta.

Impegno ben più gravoso quello del Napoli di Rafa Benitez, che è a Londra dove stasera affronterà l’Arsenal di Arsene Wenger. Con Higuain e Raul Albiol usciti malconci dalla trasferta di Genoa ed in forte dubbio, il tecnico madrileno ha qualche dubbio di formazione. Nel caso in cui il difensore dovesse alzare bandiera bianca, è pronto Cannavaro. L’eventuale assenza di Higuain sarebbe rimpiazzata da Goran Pandev. Difficile infatti che Benitez possa concedere la ribalta continentale a Duvàn Zapata, che per caratterisitche sarebbe il sostituto ideale del Pipita. 

Tra i due tecnici c’è grande stima, e il girone è molto duro: entrambe le squadra vengono da una vittoria, e il pareggio per il Napoli non sarebbe da buttare. Gli uomini di Belitez ci hanno abituato a numeri e prestazioni eccellenti, per cui tutto ogni risultato sembra sul tavolo. Gli azzurri, battuto il Dortmund, può non temere l’avversario e l’Emirates, pur dovendo il massimo rispetto ad una squadra da anni ai massimi livelli in Europa.

Andrea Festa

Informazioni su Andrea Festa

Avellinese di nascita, apolide nello spirito, scrive con passione. È il fondatore nonchè l'editore di questa testata giornalistica. Il mondo è un libro scrisse Sant'Agostino - chi non viaggia legge solo la prima pagina e Andrea, a quanto pare, lo ha preso alla lettera e non fa che viaggiare per una miscellanea sragionata di interessi. Laureato a Siena in Scienze Economiche e Bancarie, ha conseguito numerosi Master. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica locale, l'Avellino, il Risiko ed un buon bicchiere di vino. Oltre a scrivere per La Nostra Voce, su cui ha anche un blog, dirige una Società editoriale specializzata, anche, in Comunicazione Istituzionale, Marketing Territoriale e Uffici stampa.