Riapre il bando per la Scuola di Musicoterapia Carlo Gesualdo

pa_banner

GESUALDO (AV) – Ultima settimana disponibile per le iscrizioni all’anno accademico 2013/2014 della Scuola Triennale di Musicoterapia “Carlo Gesualdo”, nata nel 2005 per volontà del Comune di Gesualdo (AV) ed oggi sostenuta da diversi Enti pubblici, sanitari, accademici e scientifici.

La Scuola, presieduta da Fausto Russo e diretta da Sabatino Miranda, è strutturata su moduli didattici moderni e, nel corso degli anni, si è uniformata a standard formativi internazionali. Il corso è fondato sul modello del Prof. R. Benenzon ed ha come obiettivo principale quello di fornire un’adeguata formazione in Musicoterapia, con approfondite conoscenze teoriche e capacità di applicazione pratica, attraverso un’articolata organizzazione triennale (più un anno di supervisione), con un monte/ore annuale pari a 300. Le lezioni sono distribuite in dieci fine settimana con cadenza mensile (da ottobre a luglio) più stage e workshop con docenti esterni.

Il corso è destinato a chiunque intenda intraprendere una formazione in Musicoterapia e/o a studenti e professionisti che operando già nei campi psicologico, medico, riabilitativo, socio-educativo, socio-animativo, didattico e didattico-musicale, vogliono arricchire la propria professionalità integrandola con competenze musicoterapiche, sonoro-relazionali.

Possono presentare domanda tutti quei candidati che posseggono una sensibilità musicale di base (anche senza titolo accademico specifico) e che dotati di diploma di laurea o almeno in possesso del diploma di scuola superiore, intendano operare in uno dei settori professionali sopra citati. Ai candidati che non possiedono una formazione musicale di base sufficientemente idonea viene offerta la possibilità di seguire un corso integrativo gratuito all’interno della Scuola. In particolare è necessario soddisfare almeno uno dei seguenti requisiti: Diploma di scuola media superiore, Diploma di Conservatorio o Compimento medio di uno strumento musicale, Laurea in discipline medico/psicologiche o sociologiche. Inoltre costituisce requisito di accesso l’operare già in strutture tecnico/riabilitative e socio/sanitarie nonché in contesti di relazione d’aiuto (medici, psicologi, insegnanti, educatori ecc).

Gli aspiranti, per un numero massimo di 20, saranno ammessi ad un colloquio di verifica attitudinale con: esplicitazione motivazionale, test d’ingresso (anamnesi sonoro musicale), individuazione degli spazi di pratica (tirocinio professionale), condivisione di un progetto didattico-formativo individualizzato, orientamento della futura qualifica professionale. Gli aspiranti allievi verranno, pertanto, valutati da una commissione formata dal Presidente dell’Istituto Italiano di Studi Gesualdiani, un rappresentante istituzionale, tre docenti responsabili di area della Scuola di Musicoterapia. Gli allievi ritenuti idonei riceveranno conferma di avvenuta iscrizione con raccomandata, una settimana prima dell’inizio del corso. Passando al lato pratico della notizia, per concorrere è necessario compilare una breve domanda di ammissione con i propri dati anagrafici ed allegare copia del proprio curriculum vitae. La Domanda di ammissione e il Bando di concorso integrale possono essere scaricati in formato PDF dai link contenuti nella sezione ‘Ammissione’ del sito internet www.musicoterapiagesualdo.it. La documentazione può essere inviata con una delle seguenti modalità: per posta all’indirizzo Scuola Triennale di Musicoterapia “Carlo Gesualdo”, Via Antonio D’Errico, 1 – 83040  Gesualdo (AV); per fax al numero 081.8302536 oppure via email all’indirizzo mtcarlogesualdo@gmail.com.

La figura professionale del musicoterapista è presente e molto utile in strutture quali Ospedali e Cliniche neurologiche, Istituti riabilitativi, Dipartimenti di Salute Mentale, RSA, SERT, Scuole di ogni ordine e grado, Centri di formazione di varia tipologia, Organismi orientati ad un contatto con la creatività (teatri, scuole di danza, di musica, di cultura antropologica, di tradizioni popolari), diventando una concreta realtà che richiede un numero sempre più consistente di operatori qualificati.