L’Autorità garante per la concorrenza boccia De Luca ma il sindaco rilancia: Non mi riguarda

pa_banner

SALERNO – Le cariche di sindaco di Salerno e di sottosegretario alle infrastrutture, entrambe ricoperte da Vincenzo De Luca, sono incompatibili: lo ha deliberato l’Autorità garante della concorrenza. Ma subito dopo il pronunciamento lo stesso De Luca avverte che non ci sta e rilancia: “La delibera dell’Autorità garante della concorrenza mi dà ragione. Contrariamente a quanto riferito dall’Autorità, Vincenzo De Luca – si afferma dal municipio – è viceministro e non sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti. L’Autorità garante, con delibera pubblicata in data odierna, ha accolto la tesi di Vincenzo De Luca, secondo cui la carica di viceministro non si è ancora perfezionata a causa della mancata attribuzione delle deleghe previste per legge. In via subordinata, con la stessa delibera, l’Autorità ipotizza un presunta incompatibilità fra la carica di Sindaco e la carica di sottosegretario. Si ricorda che De Luca è stato chiamato a far parte della compagine di governo per esercitare la carica di viceministro. A seguito della pronuncia dell’Autorità garante, è ormai chiaro che la presunta incompatibilità riguarderebbe una carica di sottosegretario che nessuno ha mai proposto a De Luca e che, ove proposta, non sarebbe stata accettata”.