Processo Minotauro, assolta metà degli imputati. I pm: Valutiamo se ricorrere

pa_banner

TORINO – Assoluzione per metà degli imputati. Trentotto imputati su 73, infatti, sono stati assolti al termine del processo Minotauro, celebrato nella maxiaula del Tribunale di Torino.

Si tratta della sentenza di primo grado di uno dei più grandi processi di sempre mai celebrato nel Nerd Italia per ‘ndrangheta. Nell’estate di due anni fa, furono nel 150 gli arresti effettuati dai Carabinieri. La metà delle persone catturate è stata processata con rito abbreviato. Alla lettura della entenza era presente anche Don Luigi Ciotti. Scuri in volto i pm che hanno condotto le indagini e istruito il processo: “Vedremo gli atti e se sarà il caso impugneremo le assoluzioni”, è stato l’unico commento del viceprocuratore Sandro Ausiello.

Tra i condannati, dieci anni sono stati inflitti a Nevio Coral, ex primo cittadino di Leinì, comune sciolto per infiltrazioni mafiose, famoso imprenditore accusato di aver permesso l’ingresso in alcuni cantieri di uomini legati a clan della ndrina.