Roma, scontri tra i No Tav e la Polizia

pa_banner

ROMA – Il vertice Italia-Francia è iniziato a villa Madama, intorno alle ore 16,00, mentre nel centro della Capitale si registrano i  primi scontri. Circa 80 antagonisti si sono diretti verso la sede nazionale del Pd in via Sant’Andrea delle Fratte 16, con i volti incappucciati e lanciando petardi. L’obiettivo del gruppo era protestare contro il voto di fiducia al ministro Annamaria Cancellieri. La polizia è intervenuta con cariche di alleggerimento e ci sono stati contatti fisici tra manifestanti e polizia. Il tutto prima che gli antagonisti raggiungessero piazza Campo de’ Fiori, dove era già iniziato l’annunciato sit-in dei No Tav. I cortei, quindi, si sono uniti ed in piazza, ad un certo punto, c’erano circa mille manifestanti. Al momento i tafferugli stanno continuano nella zona circostante Piazza Campo de’ Fiori. Proprio in questa parte della capitale i commercianti, in mattinata, per paura della protesta  hanno chiuso la maggiorparte dei loro esercizi. Perfino il tradizionale mercato ortofrutticolo all’aperto nella piazza era più che dimezzato con  soltanto 8 banchi aperti.