Festival Internazionale del Cinema. Arriva a Roma “Ho fatto una barca di soldi”

Un uomo verso i settanta anni dallo sguardo vispo e dalla barba folta ha un unico grande obiettivo: far conoscere l’arte contemporanea a tutti coloro che non varcheranno mai la soglia di un museo.

pa_banner

Fausto Delle Chiaie si stabilisce a Roma dopo un lungo girovagare per il mondo. Il suo Atelier è un carrello della spesa e il suo museo è Piazza Augusto Imperatore. Da sempre, il contesto, un manifesto, un oggetto abbandonato, una pozzanghera, un determinato odore diventano parte integrante dell’opera stessa. Il film è un lungo viaggio di circa ventiquattro ore con questo artista, pioniere della Street Art che da oltre quarant’anni cerca di affinare la sua arte, ovvero massaggiare il muscolo atrofizzato della sensibilità collettiva.

“Con questo film – ha dichiarato il regista – racconto di un artista che ha scelto di rimanere al di fuori dei circuiti espositivi ufficiali, portando la propria arte per strada, dove il rapporto con il pubblico è diretto. Ho voluto compiere un viaggio nella radice più profonda dell’essere artisti, ovvero nella gratificazione generata dall’esprimere quotidianamente le proprie esigenze creative.

Ho fatto una barca di soldi è un film documentario prodotto da Zerozerocento Produzioni in collaborazione con Rai Cinema e Fanfara Film e diretto e scritto da Dario Acocella, giovane napoletano, già regista, sceneggiatore, montatore e sceneggiatore di serie tv, film documentari, videoclip e cortometraggi. Il titolo del film richiama quello di un’opera dell’artista: una barchetta costruita con la stagnola piuttosto che con la plastilina e riempita al suo interno con monete di pochi centesimi.

Ho fatto una barca di soldi verrà presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Cinema di Roma (8 – 17 novembre) nella sezione Prospettive Doc Italia in un’anteprima mondiale che si terrà sabato 9 novembre alle ore 20.00 nella cornice del museo MAXXI. Da non perdere.