Mondiale F1, la fine come l’inizio: anche in Brasile domina Vettel

pa_banner

SAN PAOLO – Una competizione monocorde. Questo è stato il Mondiale di Formula Uno 2013, conclusosi oggi in Brasile, a San Paolo, sulla pista di Interlagos.

A dominare la gara, infatti, è stato ancora una volta l’imprendibile Sebastian Vettel, laureatori campione del mondo già un mese fa eppure insaziabile. Il suo compagno di squadra, Mark Webber, al passo d’addio dalla F1, non va oltre la piazza d’onore. Gradino più basso del podio per la Ferrari di Fernando Alonso, che conclude la stagione al secondo posto in classifica generale, con 242 punti, ad un distacco siderale (155 punti) dal campione del mondo della Red Bull.

Settima posizione per l’altra Ferrari, guidata da Felipe Massa, all’ultima gara con una rossa: il prossimo anno il suo posto sarà preso da Kimi Raikkonen, che torna a Maranello dopo aver lasciato il Cavallino Rampante nel 2009. Nella classifica costruttori, la Ferrari scivola al terzo posto, perdendo la seconda posizione (e i 9 milioni di euro di premi) per sole 6 lunghezze a vantaggio della McLaren-Mercedes.