Alfano: Il nuovo segretario Pd non affossi il governo Letta

pa_banner

ROMA – Dopo il faccia a faccia tra i candidati alla segreteria nazionale del Partito democratico arriva puntuale la replica di Angelino Alfano, leader del Nuovo Centrodestra: ”Il nuovo segretario del Pd non affossi il governo Letta. Il suo primo atto sarà quello di pronunciarsi sulla fiducia nei confronti del governo. Questo, mi auguro, renderà l’esecutivo più forte e la linea del Pd nitida. Se cade l’esecutivo, avverte, ne arriva subito un altro radicale contro la casa e per l’immigrazione libera. Il passaggio alle Camere dopo l’8 dicembre sarà una verifica che servirà a produrre chiarezza a tutto campo. Faremo un Contratto di governo che vogliamo chiamare Italia 2014. In 12 mesi possiamo realizzare il cambio della legge elettorale. E poi: eliminazione del bicameralismo perfetto; diminuire le trasse sul lavoro; premiare il cosiddetto salario di produttività”. Parlando del Nuovo centro destra ha affermato: “L’impegno è la riunificazione dei moderati. Non si tratta di scegliere tra Casini e Monti o Forza Italia. Quanto ai rapporti con Berlusconi, aggiunge il leader di Ncd: “Lui non mi attacca, e apprezzo molto. Altri sì, non da ora ma da alcuni mesi. Io non rispondo, perché guardo al futuro”.