Berlusconi, nuove carte per il processo. E ai senatori Pd e M5S: Vi pentirete di un voto affrettato

pa_banner

ROMA – Berlusconi convoca una conferenza stampa per rilanciare, tramite documenti americani, la sua innocenza rispetto alla condanna subita.

Il Cavaliere ha infatti affermato: “Con me viene calpestata anche la Costituzione e buttato per aria il regolamento del Senato, perchè la votazione è prevista a scrutinio segreto. Sono 12 le testimonianze a mio favore, tutte nuove e altrettante riproposte perchè non ammesse in precedenza. Contiamo di avere 12 testimonianze di cui più della metà, credo 7, completamente nuove per avanzare la richiesta di revisione del processo”. Berlusconi è tornato a scagliarsi contro “le violazioni di ogni principio legale che ha fatto sì che sia stato fissato per mercoledì il voto in aula sulla mia decadenza”. I nuovi documenti che giungono dagli Stati Uniti verranno presentati alla Corte d’Appello di Brescia per chiedere la revisione del processo.

Nella stessa conferenza stampa, Berlusconi si rivolge con una lettera aperta ai senatori del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle: “Vi chiedo di riflettere nell’intimo della vostra coscienza a maggior ragione visto che il voto è palese. Non tanto per la mia persona, ma per la nostra democrazia. Valutate le nuove prove e i documenti che stanno arrivando”. In particolare rivolgendosi al M5S ha affermato: “La vostra opposizione è chiara, determinata e trasparente e la vostra indignazione è fondata. Non sacrificate mai le vostre ragioni politiche e riflettete prima di prendere una decisione”. E rivolto a tutti i parlamentari del Pd e del M5S, ha sottolineato: “Lasciate che si esprima la magistratura in Italia e in Europa prima di assumere una decisione, in caso contrario vi assumerete una grave responsabilità nei confronti dei vostri figli, degli elettori e degli italiani e sul Parlamento ricadrebbe una macchia incancellabile”.