Ema, nuova linea di produzione: modello di sviluppo per il Sud

pa_banner

MORRA DE SANCTIS – Inaugurata, a Morra De Sanctis la nuova linea di produzione dell’Ema società del gruppo Rolls Royce e leader nella produzione di componenti in superleghe ad altissima precisione per motori e turbine. Saranno ben 38 i milioni di euro investiti, grazie al contratto firmato nel gennaio 2012 con Invitalia, agenzia nazionale governativa specializzata nel promuovere gli investimenti e sostenere la realizzazione di progetti di elevata qualità in grado di accrescere l’attrattività e la competitività dei territori. Dei 38 milioni di euro, circa 3,5 saranno investiti per ricerca e innovazione. In quattro anni, inoltre, si prevede un incremento occupazionale di 223 unità. La nuova linea di produzione partita oggi darà la possibilità all’Ema di realizzare nell’impianto di Morra De Sanctis operazioni lavorative che, prima, venivano svolte all’esterno. Tra queste i prodotti in ceramica. Con questa operazione l’Ema arriverà, certamente all’abbattimento dei costi e come detto ad un forte incremento occupazionale. L’obiettivo, inoltre,  è incrementare di circa il 45% la capacità produttive ottimizzare il processo di lavorazione. Presenti all’inaugurazione della nuova linea di produzione: Giuseppe Ciongoli, presidente di Rolls Royce Italia, Otello Natale, managing director di Ema, Roberta Pinotti, sottosegretario al ministero della Difesa, Christopher Prentice, ambasciatore britannico in Italia, Stefano Caldoro, presidente della giunta regionale della Campania, e Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia. Tanti gli esponenti della vita politica, militare ed istituzionale dell’Alta Irpinia e della Provincia di Avellino, presenti ad un evento che potrebbe dare una svolta al processo economico ed occupazionele di una parte dell’Irpinia.