Berlusconi a cena con i giovani di FI: In caso di decadenza il governo va a casa

ROMA – A cena con i falchetti.

Silvio Berlusconi si è seduto a tavola con i giovani del Pdl, reclutati da Daniela Santanchè, e si è lasciato andare ad uno sfogo piuttosto lungo. “Sto facendo uno sforzo disumano – ha affermato – per cercare di tenere unito il partito. Immaginate il dolore che mi attanaglia, sono vent’anni che mi sacrifico per mantenere insieme i moderati, che sono la maggioranza in Italia”.

La vera notizia che il Cavaliere concede ai falchetti, tuttavia, riguarda l’appoggio al governo: “”E’ incredibile che un partito alleato al governo con noi voglia far fuori il leader del nostro movimento. Come possono chiedere ai nostri ministri e senatori – è il concetto-chiave – di continuare a collaborare al governo quando si rendono responsabili dell’omicidio politico del leader del Pdl?”. Insomma, in caso di decadenza, l’esecutivo cade. Più chiaro di così.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.