I Forconi ieri all’Angelus di Papa Francesco

ROMA – Ieri mattina all’Angelus domenicale del Papa era presente il movimento dei forconi al grido: “Difendendo i diritti!” ed il sommo pontefice si è rivolto a loro dicendo: “A quanti dall’Italia si sono radunati oggi per manifestare il loro impegno sociale, auguro di dare un contributo costruttivo, respingendo le tentazioni dello scontro e della violenza e seguendo sempre la via del dialogo; in questi giorni di Natale invito tutti, persone, entità sociali, autorità, a fare tutto il possibile perché ogni famiglia possa avere una casa”.

pa_banner

I Forconi di Mariano Ferro, l’ala ‘dialogante’ del movimento, erano ieri a Roma dunque all’Angelus dopodichè alle 15.30 hanno tenuto una conferenza stampa in Piazza di Castel Sant’Angelo:”Siamo dal Papa per dire al mondo che la smetta di dipingerci come violenti – ha affermato Ferro- per confermare quello che lui stesso ha dichiarato qualche giorno fa e cioè che ‘i poveri non possono aspettare’. Ci aggrappiamo a tutto quello che accade intorno a noi e per questo abbiamo apprezzato quanto dichiarato dal Presidente Squinzi. Ci rimangono solo i santi, poi cosa rimane? Le dichiarazioni del Presidente di Confindustria Squinzi – ha aggiunto – ci fanno pensare. Più volte abbiamo fatto le stesse considerazioni, per questo condividiamo le sue parole e ci conforta sapere che non siamo i soli a pensare che quanto accade somiglia tanto ad uno sterminio insopportabile senza freni. E se è così, considerando la scarsa attenzione di un governo che non vuole sfasciare i conti e che non è interessato allo sfascio delle sue imprese, pensiamo che forse, se solo lo si volesse – conclude – sarebbe il caso di parlarne”.