Lazio, caos tifosi: Ledesma organizza una colletta tra giocatori per liberarli

pa_banner

ROMA – Le rimostranze di pochi giorni fa del presidente Enrico Letta, durante un incontro ufficiale con il suo omologo polacco non sono servite a molto.

I venti tifosi della Lazio fermati dalla Polizia polacca dieci giorni fa (e definiti “banditi” dal ministro dell’Interno) continuano ad essere rinchiusi in un carcere della capitale, e le autorità italiane sembrano non riuscire a far cambiare idea al governo di Varsavia. Così, si sono mossi i giocatori della Lazio, che hanno dato vita ad una vera e propria colletta per pagare la cauzione e permettere ai loro tifosi di uscire dal penitenziario e fare ritorno in Italia, dove dovrebbero essere processati.

“Abbiamo finora raccolto circa ventimila euro – dichiara il capitano biancoceleste, Ledesma -, che nei prossimi giorni verranno inviati in Polonia”.