Maltempo, in ginocchio il Sud e le regioni adriatiche. Morta una donna a Pescara

pa_banner

BARI – Continua, senza sosta, il maltempo in quasi tutte le regioni d’Italia. Ad essere colpite, nelle ultime ore, sono state le regioni adriatiche e quelle del Sud Italia. A Bari, gli studenti dell’istituto tecnico Giulio Cesare, hanno protestato in corteo dopo avere trovato questa mattina la scuola inagibile per il crollo di controsoffitti e l’allagamento di alcune aule dopo la pioggia di ieri. Gli studenti hanno raggiunto in corteo il palazzo della Provincia ed hanno denunciato una situazione precaria dell’edilizia scolastica in generale tra Bari e provincia. Il maltempo è stata anche la causa del deragliamento nei pressi della stazione di Cervaro (Foggia), probabilmente a causa del cedimento della sede ferroviaria. A bordo del convoglio, oltre al macchinista e al capotreno che sono rimasti feriti gravemente e sono ora ricoverati con riserva di prognosi, vi erano due soli passeggeri, che hanno riportato lievi contusioni. Intanto nelle Marche la pioggia caduta incessantemente dalla notte scorsa ha fatto esondare il fiume Tenna e il Tesino, in provincia di Fermo. Alcune persone sono state evacuate a Sant’Elpidio a Mare, e anche l’Ete Morto, l’Ete Vivo e il Chienti sono ai livelli di guardia. La situazione più difficile e tragica, però, si è registrata a Pescara dove una donna di 57 anni è morta annegata con la sua auto in un sottopasso.