Palermo, confisca di 160 milioni alla mafia

pa_banner

PALERMO – 160 milioni tra imprese, quote societarie, fabbricati, terreni, veicoli e disponibilità finanziarie sono stati confiscati dalla Guardia di finanza a un esponente della famiglia mafiosa di Carini e ad un imprenditore che secondo gli inquirenti è molto vicino alla cosca. Tra i beni confiscati, due ville del valore di un milione. I destinatari dei provvedimenti dono un 57enne originario di Torretta (Pa), condannato nel 2007 ed un 51enne originario di Carini (Pa).