Reggio Calabria, confisca di 5 milioni di euro per la cosca Lo Giudice

pa_banner

REGGIO CALABRIA – Confisca di beni per cinque milioni di euro, a Reggio Calabria, eseguita dalla polizia, a conclusione di un’indagine della Squadra mobile  coordinata dalla Dda. Il tutto nei confronti di  alcuni esponenti della cosca Lo Giudice della ‘ndrangheta. Proprietari dei beni, intestati a prestanome, erano Domenico e Giovanni Lo Giudice, fratelli del capocosca Antonino, ex collaboratore di giustizia, arrestato nel novembre scorso dopo oltre cinque mesi di latitanza.