Trema la terra in Campania: due scosse nel casertano, la seconda di magnitudo 4,9

pa_banner

REDAZIONE – Si muove la terra in Campania intorno alle 18 di oggi.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha infatti registrato due scosse nel breve volgere di cinque minuti, entrambe con epicentro localizzato nel casertano, per la precisione nel Distretto Sismico Monti del Matese, al confine con la provincia del Sannio e con il Molise. 

Se la prima scossa (18:03) non ha superato i 2,7 gradi di Magnitudo, la seconda, delle 18:08, ha raggiunto la magnitudo di 4,9 gradi della Scala Richter, scotendo  la terra nelle province di Caserta e Benevento e facendosi sentire forte e chiara anche a Napoli. I comuni più vicini all’epicentro, localizzato ad una profondità di 10 chilometri, sono Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese. 

Presa dal panico, molta gente è scesa in strada, com’è avvenuto in alcune vie delle zone alte del Vomero, a Napoli. Molte le chiamate ai Vigili del fuoco, ma non si segnalano danni a persone o cose.

Come si evince dalla Lista terremoti sul sito dell’INGV, nella notte ( tra le 02:04 e le 02:19) vi erano stati altri due eventi sismici, di magnitudo 2,6 e 2,4, entrambi nel Distretto Sismico Sannio.