Ieri la prima alla Scala di Milano tra luci ed ombre

MILANO – Luci ed ombre hanno caratterizzato la “prima” alla Scala di Milano dove, nel giorno di Sant’Ambrogio, è andata in scena per l’inaugurazione del massimo teatro in Italia la “Traviata” del maestro Verdi.

pa_banner

Non sono mancate le polemiche, infatti, nel vedere i personaggi vestiti con costumi degli anni ’60 proferire e cantare con parole dell’800 ma anche applausi, per l’opera diretta dal maestro Daniele Gatti con la regia di Dmitri Tcherniakov.

Sul palco d’onore il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che, lasciando la Scala, non ha mancato di lasciare un commento: “Mi sembra che ci siano i custodi della tradizione – ha detto il Presidente – che se la sono presa con il regista, ma questo capita. E’ stata una bellissima messa in scena – ha aggiunto -, orchestra, direttore e cast tutti di primo ordine.